Che cos’è il metodo Montessori

Infanzia Torsa – 30 novembre 2017

 

 

Il metodo Montessori è un approccio educativo sviluppato originariamente da Maria Montessori e che oggi ha portato alla creazione di circa 20000 scuole in tutto il mondo, che seguono i bambini dalla nascita fino ai 18 anni.

Nelle scuole Montessori non esistono classi divise per età, ma cicli didattici composti da bambini di età diversa, generalmente 3-6 anni, 6-12 anni ecc. In questo modo i bambini più piccoli vengono stimolati da quelli più grandi, che a loro volta si sentono responsabilizzati. Maria Montessori era innanzitutto un medico, una tra le prime donne laureate in Italia, e ha speso tutta la vita per riportare il bambino al centro del dibattito filosofico, pedagogico e culturale del suo tempo. Studiando i meccanismi che governano la mente umana è giunta ad affermare che “il bambino è padre dell’uomo”, ponendo così l’accento sul fatto che l’infanzia è il periodo essenziale e fondamentale in cui avviene la formazione dell’individuo.

Il suo approccio pedagogico innovativo si avvale di “materiali scientifici”. Il bambino, grazie alla continua fruizione di “oggetti”, come la “torre rosa”, la “scala marrone”, le “aste numeriche”, le “cifre smerigliate”, gli “incastri di legno”, la “catena del cento”, il “puzzle della botanica”, la “tavola dell’addizione”, il “serpente positivo” ed altri ancora è accompagnato attraverso uno stimolante iter di conoscenze: il suo apprendimento, così, è sempre personalizzato e mediato. L’esperienza della manipolazione, infatti – che stimola e valorizza le potenzialità di ogni singolo alunno – mostra e dimostra, convalida e smentisce, crea coscienza e forma il carattere.

Per i nostri bambini ogni giorno si compie un prodigio: costruiscono se stessi in un ambiente pronto ad accoglierli e a sostenerli nel loro meraviglioso percorso di crescita.